L’estate è alle porte e le fiere cominciano a farsi strada anticipando il periodo degli esami.
Dopo l’ottimo SVILUPPARTY, il tradizionale raduno bolognese degli sviluppatori italiani organizzato dal grande Ivan Venturi, stavolta è toccato alla Puglia intrattenere gli amanti dei videogame (e non solo) con il consueto appuntamento del BGeek al Palaflorio di Bari.

Il sabato BGeek

CCI28052016_00001Il BGeek (BariGeekFest) è una tre-giorni organizzata per dare ampio respiro agli appassionati di fumetti, videogiochi e cosplay, capace di intrattenere i visitatori attraverso esibizioni sul palco, workshop di spessore e tanti ospiti eccellenti provenienti dal mondo del Web e non.
Nonostante abbia sul groppone 3 anni di Gamescom (e tanti chilometri macinati in quel di Colonia) non mi era mai capitato di partecipare a una fiera italiana…così mi son detto, perchè non cominciare dal BGeek? E allora, sabato 28 maggio ho preso la macchina e son partito alla volta di Bari (un lunghissimo viaggio di…45 minuti).
Girando tra gli stand della fiera ho ammirato vignettisti fantastici, cosplayer bravissimi e tanta gente sorridente; ragazzi alle prese con giochi da tavolo, bambini felicissimi tra le braccia dei loro idoli e tante, tantissime opere eccellenti realizzate a mano.
CCI28052016_00000Tra una camminata e l’altra, e qualche scatto rubato ai cosplayer, Maurizio Merluzzo sul palco allestito nel cortile ci spiegava l’arte della frullanza prendendo in giro i gruppi della gara di cosplay; all’interno del Palaflorio, Lorenza Di Sepio sorrideva e disegnava la Madama con tutti i suoi fan, mentre sempre più gente, accaldata ma felice,  guadagnava una poltroncina in una delle tribune adibite ai Talk.
Nonostante gli impegni editoriali, sono anche riuscito a strappare un ritratto Manga-Style alla bravissima Chie Kutsuwada, disponibile per tutta la giornata presso lo stand BGeek: beh, la somiglianza c’è, ma è inutile negare che la mia versione jappo sia molto più figa dell’originale!

IMG_0848

Allora ho pensato: come posso trasmettere l’atmosfera del BGeek e l’aria che si respirava in quel palazzetto senza alterarne la magia? Beh, forse con un bel giro tra gli stand, senza strafare col montaggio e senza alcun effetto miracoloso.
Dunque, perdonate la poca stabilità del video e i cambi repentini di inquadratura: ecco a voi il Sabato BGeek!

PS: Ricordatevi di guardare l’album fotografico sulla pagina Facebook di Nextgentech.it – mi raccomando cosplayer, riconoscetevi e taggatevi!

A cura di Angelo
Ho 27 anni e sono appassionato di tecnologia e sport. Scrivo in redazioni web dal 2009 e studio Informatica Magistrale all'università Aldo Moro di Bari.